Opinion

OK, Kingdom Hearts, hai vinto: ora amo Final Fantasy

Incontrare Cloud, Aerith e Yuffie in Kingdom Hearts mi ha aiutato ad innamorarmi di loro in Final Fantasy

Come molti bambini nati a metà degli anni ’90, ho passato la mia infanzia ossessionato da Kingdom Hearts. Mi sono tuffato nella serie per Paperino, Pippo, Aladdin e quella costante presa in giro di Topolino. Ma ho continuato a imbattermi in personaggi con gunblade, spade grosse, shuriken giganti e cerniere lampo di cui non sapevo nulla. Questi erano, ovviamente, Leon (Squall Leonhart), Cloud Strife e Yuffie, personaggi che mi avrebbero portato ad amare Final Fantasy 20 anni dopo.

All’inizio non me ne fregava niente di questi umani: ho comprato il gioco per l’anatra parlante che fa magie. Ma durante gli anni dell’infanzia, riproducendo l’originale Kingdom Hearts, superando la mia vecchia guida strategica e aspettando tre anni per il sequel, questi personaggi sono diventati parte del mio canone Disney. Non ho combattuto al fianco di Leon, Yuffie, Cloud, Aerith e Sephiroth della serie Final Fantasy a cui non avevo mai giocato; erano Leon, Yuffie, Cloud, Aerith e Sephiroth di Kingdom Hearts.

Pur sapendo che provenivano da altri giochi, proprio come Aladdin, Peter Pan e Ariel provenivano dai loro stessi film, non ho mai aperto il mio cuore a Final Fantasy. L’idea di passare a una serie a turni con molte letture non mi piaceva durante l’infanzia. Ma decenni dopo, sono entrato in profondità in Final Fantasy attraverso Final Fantasy 7: Remake, Intergrade DLC di Yuffie, Final Fantasy 15 e Final Fantasy 14. Final Fantasy 7: Remake’s sequel e Final Fantasy 16 sono alcuni dei miei giochi più attesi di i prossimi anni. Quasi 20 anni dopo, sembra che la mia educazione a Kingdom Hearts stia finalmente dando i suoi frutti.

Kingdom Hearts: la droga d’ingresso del JRPG

Cloud Strife da Final Fantasy 7 Remake

Cloud Strife ha un aspetto piuttosto amaro in Remake rispetto a Kingdom Hearts Immagine: Square Enix

Se non giochi a Kingdom Hearts dall’infanzia, saresti sorpreso di tornare indietro e vedere che inizia più come un gioco di Final Fantasy che come uno Disney. Al di fuori di alcuni brevi sguardi a Paperino, Pippo, Minnie, Daisy e gli scoiattoli nel cosplay di Renaissance Fair, le prime ore consistono nel passare del tempo su una spiaggia con i personaggi di Final Fantasy Selphie, Tidus e Wakka. Quando Sora finisce a Traverse Town, Pluto gli batte sul petto e si aggira per una città che ha più personaggi di Final Fantasy di quelli Disney.

“Chi diavolo sono queste persone?” Ricordo di aver pensato da bambino. Ma o nella mia pura eccitazione per gli scorci di Paperino e Pippo o per la pura noia di essere un bambino con tempo libero illimitato, sono andato avanti oltre l’invincibile scontro con il boss di Leon e i discorsi carichi di esposizioni. Mi sono subito avvicinato a Leon con il suo Big Stupid Sword Gun (il famigerato Gunblade, che penso ancora sia bello).

Ho aggiunto tutti i vari personaggi di Final Fantasy al mio cervello in anni di studio di Kingdom Hearts e del suo sequel. Li ho smistati in scatole piene di mezze verità e una comprensione del loro passato da parte di un bambino di 10 anni. Pensavo che Yuffie e Leon provenissero dallo stesso gioco di Final Fantasy, e non ho mai conosciuto il vero destino di Aerith. Ho mantenuto le distanze dalla serie Final Fantasy da bambino, ma ho tenuto quella scatola con tutti quei ricordi rinchiusi nel mio cervello.

Anni di colture in divenire

Yuffie Kisaragi di Final Fantasy 7 Remake Episode Intermission

Yuffie mantiene per lo più il suo look caratteristico tra Kingdom Hearts e Final Fantasy Immagine: Square Enix

Ho acquistato una copia di Final Fantasy 15 al college, anche se non ricordo perché. Ero eccitato ma scettico all’idea di immergermi nella serie di oltre 15 voci. Con mia sorpresa, ho adorato tutto. Sono stato sinceramente commosso da un momento in cui un membro del partito ha perso la vista e ha continuato a provare a combattere. “È questo che mi sono perso?” Ho pensato. Quando ho scoperto che a molti amanti di Final Fantasy 15 non interessavano, ho catalogato la mia esperienza come un caso.

Quando è arrivato Final Fantasy 7: Remake, ha cambiato completamente la mia prospettiva e ha riacceso il mio interesse. Avevo imparato a 15 anni che potevo amare Final Fantasy, anche senza la ricca storia della serie, e avevo almeno sentito parlare di Cloud Strife durante il mio tempo con Kingdom Hearts. In Remake, ho trovato lo stesso tipo di narrazione e combattimento frenetico che amavo da Final Fantasy 15. Ma ancora meglio, ho portato alla luce quella scatola di ricordi che avevo nascosto anni fa.

Ecco i personaggi che conoscevo dalla mia infanzia! Cloud, il coglione meditabondo in conflitto con il suo passato oscuro. Aerith, quella ragazza tranquilla che esce con Paperino e Pippo. Sephiroth, quel pezzo di merda con l’impossibile boss fight. Conoscevo queste persone; beh, ne conoscevo una versione.

Quella sensazione di consapevolezza ha davvero colpito nel segno con il DLC Intergrade di Yuffie il mese scorso, poiché era uno dei membri del cast più vocale nell’originale Kingdom Hearts. È stato bizzarro vedere questo personaggio che ho incontrato durante l’infanzia privo di quella che pensavo fosse la sua ambientazione originale, reinserito nella serie da cui proveniva. Ho avuto modo di scoprire di nuovo chi è Yuffie e vedere come è diversa dalla sicura e sorridente Yuffie di Kingdom Hearts.

Yuffie sta fianco a fianco con Sonon in FINal Fantasy 7 Remake Intergrade

Yuffie è uno strano caso di Remake, in quanto è molto simile e molto diversa dalla sua controparte di Kingdom Hearts Immagine: Square Enix

È stato come guardare Space Jam e poi tornare a un cartone animato di Bugs Bunny, o portare Samus in Super Smash Bros. prima di giocare a uno dei suoi giochi. Questi personaggi mi sono familiari, ma non sono la stessa cosa. Li conosco, ma solo tramite un impostore.

Kingdom Hearts ha passato anni a cercare di farmi interessare a Final Fantasy, ma tutto ciò che ho ottenuto sono stati un mucchio di nomi e bei ricordi di Winnie the Pooh, Merlino il mago e Cid il meccanico Gummi. Ho ignorato la chiamata di Tetsuya Nomura da bambino, ma sono tornato da adulto per trovare tutti questi personaggi che mi aspettavano.

In un certo senso, sono grato per questa prospettiva. Se avessi seguito il percorso che Kingdom Hearts ha tracciato per me quando ero un bambino, avrei potuto sperimentare l’intera serie di Final Fantasy fino a 15 e Remake. Ma mi sarei anche potuto stancare della formula o persino del fandom. Il mio percorso verso Final Fantasy è stato tortuoso, coperto di bizzarri sogni febbrili che coinvolgono Ansem e Alice nel Paese delle Meraviglie. Ma ha creato un fan che conosce abbastanza le versioni originali di questi personaggi per essere entusiasta del futuro senza il peso dei 34 anni di storia del franchise.

Related posts
Opinion

L'incredibile Hulk del 2008 ha fatto tutto bene con Hulk e l'MCU l'ha buttato via

EntertainmentOpinionTV

Le accettazioni del college di Never Have I Ever hanno lasciato il posto a un vero (buono) dramma

NintendoOpinionThe Legend of Zelda: Tears of the Kingdom

Vorrei che Zelda: Tears of the Kingdom mi permettesse di raccogliere cuori in altri modi

Opinion

L'assalto MMO di Diablo 4 offre indizi su un discutibile futuro di servizi live

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *