Marvel

La Marvel è stata intelligente e attenta con Adam Warlock, il supereroe dormiente di Guardians 3

Ecco come Guardiani della Galassia Vol. 3 allestisce un film di Adam Warlock, senza promettere nulla

Qualcuno che lavora ancora ai Marvel Studios ha una passione personale per Adam Warlock, il grande ragazzo d’oro interpretato da Will Poulter in Guardiani della Galassia Vol. 3? Non ci sono ancora molti segni che lo facciano – e sarà una domanda importante per il futuro del personaggio.

Mentre Guardians 3 porta finalmente Adam Warlock – il Salvatore, l’Avatar della vita, il capo della Chiesa universale della verità – sullo schermo dopo molteplici prese in giro (nel primo e nel secondo film di Guardians), James Gunn è l’unico regista Marvel che è stato mostrato alcun interesse per il personaggio finora. Con Gunn che si sposta per aiutare a gestire la lista dei film sui supereroi della DC, lasciandosi alle spalle la sua serie Guardians e concludendo la storia della formazione della squadra originale, la sua intera lista di personaggi è ora potenzialmente in palio. Ciò significa che qualcun altro dovrà decidere chi mettere in evidenza in qualsiasi futura storia del Marvel Cinematic Universe con i Guardiani, e potrebbe dipendere da loro se Adam Warlock farà il taglio. Questo rende Vol. L’approccio di 3 al personaggio sembra un gioco intelligente e attentamente calcolato da parte della Marvel.

Dal comico al cosmico

Adam Warlock (interpretato da Will Poulter), un umanoide dalla pelle dorata con un'armatura dorata e rossa e un mantello rosso, attraversa a grandi passi un edificio in Guardiani della Galassia Vol.  3

Foto: Jessica Miglio/Marvel Studios

Il film presenta Adam Warlock giovane e sfortunato, per lo più un personaggio comico. (Il che non lo distingue esattamente dal resto della formazione dei Guardiani.) È letteralmente incompiuto: ci è stato detto che il cattivo del film, l’Alto Evoluzionario (Chukwudi Iwuji), ha fatto uscire Adam dal suo bozzolo di creazione “troppo presto ”, lasciandolo malleabile e un po’ infantile. Adam ha un potere quasi a livello di Superman: può volare, non ha bisogno di alcun tipo di equipaggiamento speciale per sopravvivere comodamente nel vuoto dello spazio, è incredibilmente forte e veloce, e sebbene chiaramente non sia invulnerabile, a quanto pare guarisce molto velocemente. Ma in questa prima apparizione, è un burbero, ingenuo, stupido.

Gli eventi del film iniziano ad allontanare Adam da quella direzione, ma con così tanti altri personaggi più consolidati e più centrali che ottengono archi narrativi e profitti per archi precedenti, vol. 3 non ha molto tempo per lui. Ottiene l’equivalente abbreviato veloce di una normale storia di origini traumatiche di supereroi, e poi ha finito. Il che lo lascia in un posto in cui i Marvel Studios potrebbero continuare a trasformarlo nel tipo di eroe protagonista che è diventato nei fumetti – o semplicemente non potremmo vederlo mai più. Gunn e Marvel sembrano tenere queste opzioni completamente aperte.

Per i fan del vagabondo cosmico dalla pelle dorata, un personaggio Marvel della Silver Age creato da Stan Lee e Jack Kirby nel 1967, è stato interessante vedere come l’MCU abbia creato elementi che potrebbero potenzialmente portare a una storia con protagonista Adam Warlock lungo il linea, senza effettivamente impegnarsi in nulla di concreto. E ciò potrebbe essere dovuto al fatto che ci sarebbero molte decisioni complicate coinvolte nel tradurre le avventure dei fumetti del personaggio in un film di successo, come fanno tipicamente i Marvel Studios con i suoi personaggi legacy di lunga data.

Adam Warlock è un cattivo?

Adam Warlock, Gamora, Drax e Thanos discutono di come devono lavorare insieme e Drax distruggerà Thanos più avanti in Infinity War # 2 (1992).

Immagine: Jim Starlin, Ron Lim/Marvel Comics

Adam Warlock inizia nella squadra dei cattivi in ​​​​Guardiani 3, ma ha avuto una lunga storia Marvel come eroe. A volte ha collaborato con i Guardiani della Galassia, a volte con altri personaggi. (Ha avuto un lungo arco con Hulk negli anni ’70, quando Hulk è andato nello spazio.) Più spesso, lavora con la sua squadra di disadattati cosmici in viaggio. Ha avuto un sacco di avventure minori, come combattere i pirati spaziali o la creatura lupo geneticamente modificata dell’Alto Evoluzionario, l’Uomo-Bestia. Ma molti dei suoi più grandi archi hanno coinvolto il suo arcinemico Thanos, e il tentativo di tenergli lontano le Gemme dell’Infinito, o lavorare al suo fianco per proteggere le Gemme dell’Infinito da altre forze.

In quanto oppositore tematico e frenetico di lunga data di Adam Warlock, Thanos è stato uno dei cattivi che ha maggiormente dato all’eroe uno scopo nel continuum Marvel. La leggenda dei fumetti Jim Starlin, che ha creato Thanos, è stato anche uno dei più grandi sostenitori e sviluppatori di Adam Warlock nei suoi primi anni, insieme allo scrittore ed editore Marvel Roy Thomas. Nei loro fumetti, Thanos era ossessionato (e romanticamente coinvolto) dalla Morte, mentre Adam Warlock rappresentava la vita, e i due si scontravano spesso, tranne nelle storie in cui dovevano collaborare per salvare l’universo.

È difficile immaginare che l’MCU riporti indietro Thanos o gli Infinity Stones, anche se sarebbe abbastanza facile nell’attuale ambiente di esplorazione del multiverso del franchise per trascinare un altro Thanos nella trama, e gli Infinity Stones sono per loro natura eterna. Ma entrambi erano una parte così centrale dell’arco narrativo più amato dai fan dell’MCU che tornare a quel pozzo avrebbe rischiato di minare la trama più famosa e di successo dell’MCU – e sembrare che la Marvel fosse già a corto di idee.

Le altre più grandi avventure di Adam Warlock hanno coinvolto l’intreccio con la Chiesa Universale della Verità, un’organizzazione galattica originariamente focalizzata sull’adorazione dell’altro suo acerrimo cattivo, il Mago, e sull’eliminazione dei pianeti che si rifiutavano di seguirne l’esempio. E attingere a quelle trame sarebbe arrivato con i loro problemi principali con il jiving con la storia del Marvel Cinematic Universe.

La Marvel dovrebbe prendere la religione?

Adam Warlock trema di dolore su una fiammeggiante piattaforma a forma di croce, circondato da energia cosmica in Incredible Hulk # 177 (1974).

Poi c’è quella storia in cui Adamo muore su una croce e torna in vita dopo… Immagine: Gerry Conway, Herb Trimpe/Marvel Comics

Con l’MCU che si dirige verso una direzione più grande, più disordinata e più cosmica con le fasi cinque e sei, è una questione aperta se i Marvel Studios vogliano allontanarsi dal tipo di trame almeno leggermente socialmente rilevanti che sono emerse nei film di Captain America. , sugli attuali dibattiti politici sulla guerra dei droni, la sorveglianza dei civili da parte del governo e l’avventurismo all’estero. Data l’attuale divisione politica dell’America sulla politica basata sulla fede, c’è sicuramente un grande potenziale di rilevanza nelle trame di Adam Warlock, che spesso ruotavano attorno a credenze e religioni, sia apertamente che metaforicamente. (In uno dei suoi primi grandi archi, l’Alto Evoluzionario ha inviato Adamo sulla Contro-Terra per cercare di riportare la popolazione a una vita morale ed etica – ed è stato crocifisso, quindi resuscitato.) Ma la Marvel ha anche tutte le ragioni per evitare i religiosi commenti o temi il più possibile e per concentrare Adam Warlock lontano dalla lotta contro chiese oppressive e credenti fanatici.

Questo non è necessariamente un problema. Come ogni versione MCU di un personaggio Marvel, Adam Warlock è già stato notevolmente aggiornato e modificato per lo schermo: in Guardians 3, le sue origini e il suo creatore sono cambiati tanto quanto la sua personalità.

Inoltre, quella pietra sulla sua fronte sembra essere puramente decorativa nell’MCU. Nei fumetti, è una delle Gemme dell’Infinito, la Gemma dell’Anima, che gli dà il potere di risucchiare le anime dagli avversari, rendendoli permanentemente parte di lui. È possibile che l’intera idea sia stata scartata in un MCU post-Infinity Saga – se non altro, potrebbe farlo sentire troppo simile alla Visione, che aveva anche una Gemma dell’Infinito sulla fronte.

E mentre un futuro di Adam Warlock nell’MCU potrebbe sembrare improbabile, il modo in cui la Marvel ha liberato o introdotto alcuni dei suoi compagni di squadra di lunga data suggerisce che qualcuno in azienda vorrebbe che avesse un futuro nell’MCU. La fine di Guardiani della Galassia Vol. 3 in particolare libera alcuni dei partner tradizionali del personaggio, dandogli i suoi primi contatti con loro, ma ancora una volta, senza le solite prese in giro della Marvel sul fatto che qualcosa sia stato effettivamente pianificato o programmato.

[Ed. note: Some very broad end spoilers for Guardians of the Galaxy Vol. 3 ahead.]

Come l’MCU sta allestendo un film di Adam Warlock

Adam Warlock racconta a Gamora e Pip il troll quanto sia felice di essere stato salvato da Thanos e portato nel mondo pacifico all'interno della gemma dell'anima in Marvel Two-in-One Annual # 2 (1976).

Immagine: Jim Starlin, Joe Rubinstein/Marvel Comics

Come tanti eroi Marvel di lunga data, la versione a fumetti di Adam Warlock ha avuto diversi compagni di squadra nel corso degli anni, ma la sua cerchia principale include un paio di Guardiani dal sapore originale dell’MCU: Drax il Distruttore e Gamora. Entrambi finiscono in sospeso nel finale del vol. 3, con Drax che sembra aver bisogno di una direzione e di una nuova serie di gemme, e Gamora in pace con i suoi amici Ravager, ma chiaramente libera di vagare per la galassia e di fare qualsiasi assurdità desideri. Un altro compagno di lunga data di Adam Warlock, Pip the Troll, è stato recentemente introdotto nell’MCU in una scena post-crediti di Eternals. Anche la fine della relazione di Gamora con Peter Quill potrebbe far parte di quella situazione, dal momento che alla fine è diventata l’interesse amoroso di Adam Warlock.

Un altro alleato di lunga data per il personaggio, Moondragon, non si è mai presentato nell’MCU, ma canonicamente ha legami romantici con Mantis, che conclude Guardians Vol. 3 andando nello spazio per trovare se stessa e decidere cosa vuole come persona. (Il che suonerebbe come un invito aperto a un arco romantico se la Disney non fosse così nauseata riguardo alle relazioni queer di qualsiasi tipo.) Moondragon è anche la figlia di Drax nella cronologia dei fumetti, anche se ciò deriva da molti colpi di scena che non lo sono. t parte dell’MCU – almeno non ancora.

Possiamo presumere che qualsiasi ritorno sullo schermo di Adam Warlock lo cambierebbe abbastanza radicalmente dalla figura di Cristo che è morta ripetutamente per salvare interi pianeti nella continuità dei fumetti Marvel, quindi è stata ripetutamente resuscitata. Non importa quale sia il suo futuro nell’MCU, richiederà un creatore come Gunn, uno disposto a sostenere più Adam Warlock per interesse per la storia della Marvel del personaggio e che ha una visione significativa per il suo posto nell’MCU. Oppure richiederà un notevole senso di entusiasmo da parte dei fan per Adam, il che sembra improbabile, dato quanto siano minimalisti il ​​suo personaggio e la sottotrama in questa uscita iniziale. In una serie colorata e complicata come i film dei Guardiani, un altro super tizio angosciato che sta cercando di capire chi vuole essere e con chi vuole stare non fa esattamente pendere la bilancia in modo importante.

Per il momento, sembra che la Marvel stia facendo attenzione con Adam Warlock, evitando in modo intelligente di investire risorse significative in un personaggio legato al tipo di avventure nello spazio cosmico che sono state per lo più un…

Related posts
Marvel

L'MCU non merita Miles Morales

EntertainmentMarvelMovies

Una delle migliori gag di Spider-Man: Into the Spider-Verse suona sicuramente in modo diverso ora

EntertainmentMarvelMovies

Aspetta, chi diavolo era quella signora bodega in Spider-Man: Across the Spider-Verse?

ComicsMarvelNews

Oh grazie a Dio hanno cambiato il nome di Captain America: New World Order

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *