Anime

Dragon Ball Super: i concetti dei personaggi dei Supereroi rivelati all’SDCC 2021

“Ci sono due ‘super’ lì dentro, il che è fantastico!”

La rinascita dell’amato franchise di Shonen Dragon Ball è a dir poco un miracolo, degno di un desiderio espresso sulle sfere luminose e omonime della serie. L’anime, un mezzo un tempo difficile e costoso da violare, ora domina tutto, dalle tendenze al botteghino americano. La persistenza di Dragon Ball è in gran parte dovuta alla mano ferma del creatore Akira Toriyama, che ha ampliato le storie di Goku e dei suoi amici nell’ambito epico del recente revival. C’è il gioco di combattimento più venduto in Dragon Ball FighterZ per un ritorno soddisfacente ma nostalgico ad anime e manga con Dragon Ball Super. Forse la sorpresa più grande è la rivisitazione della battuta finale della serie Broly in un eroe empatico con il grande successo del film del 2019 Dragon Ball Super: Broly.

L’orizzonte non è altro che cieli azzurri e sfere magiche, se il panel di venerdì 2021 Comic-Con @ Home Dragon Ball Special è un’indicazione, che ha rivelato nuove opere d’arte e design dei personaggi per il film di prossima uscita Dragon Ball Super: Super Hero.

Prima che venissero rivelate notizie o curiosità, il panel è iniziato con quegli accordi di chitarra fin troppo familiari e la voce del leggendario musicista Hironobu Kageyama che intonava una versione di Cha-La Head-Cha-La in tutto il suo splendore. Metti in coda tutta la nostalgia dell’attesa per l’inizio di un nuovo episodio di Dragon Ball Z.

Presentato dal panel MC Sascha, il panel ha presentato la doppiatrice giapponese e voce di Goku Masako Nozawa, l’editore esecutivo di Shueisha e Dragon Ball Super (manga) Akio Iyoku e il produttore di Toei Animation Norihiro Hayashida, il cui lavoro include Dragon Ball Super: Broly e l’ormai Dragon Ball Super: Super Eroe.

“Ci sono due ‘super’ lì dentro, il che è fantastico!” Iyoku ha commentato la rivelazione del nuovo titolo del film. “Volevamo davvero sottolineare che questo film è incentrato sulle vibrazioni dei supereroi. Toriyama si sta davvero concentrando sugli aspetti del supereroe questa volta”. La rivelazione del nuovo titolo è arrivata con un nuovo teaser inedito di Dragon Ball Super: Super Hero. La breve animazione mostrava la star della serie Goku che si scaldava su un logo tridimensionale del franchise, prima che il nuovo titolo del film diventasse visibile. Sebbene la clip non provenga dal film stesso, mostra la direzione artistica e di animazione che il team sta cercando nella prossima uscita.

Goku dal teaser trailer di Dragon Ball Super: Superhero

Immagine: Toei Animation/Funimation

Il titolo e l’anteprima dell’animazione non erano le uniche rivelazioni presenti nel pannello. Con due degli ospiti di Iyoku e Hayashida vestiti da Goku e sullo sfondo di un palcoscenico digitale che mostrava le isole di Kame House, il gruppo si è subito lanciato nel parlare di Dragon Ball Super: Super Hero e della sua data di uscita prevista per il 2022. Akira Toriyama è una volta di nuovo fortemente coinvolto nella creazione e produzione del film, proprio come lo era stato con il film Broly del 2019.

“Toriyama ha scritto la storia originale, la sceneggiatura e anche il design dei personaggi” ha affermato Sascha. “È profondamente coinvolto nella struttura della storia, ovviamente, nel design dei personaggi e in ogni dettaglio del dialogo”. Le parole di Toriyama sono state poi lette sul palco da Iyoku, mentre il creatore si rivolgeva al panel e al pubblico virtuale in una nota scritta che accompagnava il suo doodle avatar personale che sarà familiare ai fan del manga.

Un film tutto nuovo da Dragon Ball Super: Broly è in divenire! Proprio come il film precedente, sto guidando pesantemente la storia e la produzione dei dialoghi per un altro film fantastico. Non dovrei ancora parlare troppo della trama, ma preparatevi ad alcuni incontri estremi e divertenti, che potrebbero presentare un personaggio inaspettato. Percorreremo un territorio inesplorato, in termini di estetica visiva, per dare al pubblico una cavalcata incredibile, quindi spero che tutti non vedano l’ora di vedere il nuovo film!

La dedizione di Toriyama al franchise e al suo rinnovamento è stata una grande linea guida per il panel, soprattutto per quanto riguarda il coinvolgimento diretto del creatore con i film e la nuova serie di manga (che è ancora in corso). Confrontalo con Toriyama al culmine della popolarità di Dragon Ball, che una volta ha ammesso in un’intervista di non aver supervisionato la creazione del film originale di Broly, The Legendary Super Saiyan.

“Ha avuto una parte importante nei film precedenti, come Battle of Gods, Resurrection F e, naturalmente, Broly”, afferma l’editore esecutivo Iyoku. “Ma posso dire con sicurezza che ha investito di più in questo ultimo film!”

Il nuovo look di Piccolo con il mantello di Dragon Ball Super: Superhero

Immagine: Toei Animation/Funimation

Il nuovo look di Piccolo da Dragon Ball Super: Superhero

Immagine: Toei Animation/Funimation

Il panel ha anche rivelato le opere d’arte ufficiali di Super Hero, inclusi i modelli dei personaggi di Piccolo, ma con il suo iconico mantello e senza.

Mentre i design sono classici nel loro aspetto, Iyoku e Hayashida hanno scherzato con il panel MC su un “cambiamento drastico” nei design di Piccolo, che include un cambiamento di ombreggiatura sulle spalle rivelatrici del Namecciano. Tipicamente rosa nella serie televisiva, ora sfoggia una sfumatura gialla lungo le braccia, insieme a una nuova sfumatura di rosso sulla fascia, dove era blu nella serie originale.

“È dello stesso colore del manga, motivo per cui non me ne sono accorto!” ha detto Sascha, indicando questo come un altro indizio per l’occhio per i dettagli di Akira Toriyama.

Pan in uniforme da scuola materna di Dragon Ball Super: Superhero

Immagine: Toei Animation/Funimation

Il successivo nuovo design era di una Pan leggermente più anziana, la figlia di Gohan e Videl. Nella serie Dragon Ball Super e nel film precedente Pan era ancora un bambino, ma ora indossa un’uniforme da scuola materna. Questo allude all’idea che il nuovo film salti avanti nel tempo di diversi anni. Iyoku ha definito Pan “parte integrante del nuovo film”.

Il nuovo design rivela che è continuato, con Crilin in un’uniforme della polizia aggiornata, che mostra un design giallo e viola brillante che è molto diverso dalla classica uniforme che indossava in Dragon Ball Super. Il pannello ha anche mostrato come Crilin ha subito un sottile cambiamento di design, ora con pupille nere su sclera bianca, un cambiamento dall’aspetto della pelle dei suoi occhi nelle versioni precedenti.

Crilin nella sua uniforme della polizia di Dragon Ball Super: Superhero

Immagine: Toei Animation/Funimation

L’ospite ha spostato le cose per iniziare a discutere della costruzione del mondo e del design artistico della Terra nel nuovo film, chiedendo in particolare ad Hayashida di esaltare la filosofia del design del team. “Questa volta abbiamo prestato molta attenzione ai dettagli”, ha detto contro i nuovi concetti artistici della casa di Piccolo, seduta in cima a una montagna ai piedi di un lago e di una vegetazione lussureggiante. Il pannello artistico fornito da Toriyama è stato uno dei primi in assoluto a vedere dove vive esattamente Piccolo. La sua casa è simile ai disegni della casa Namecciana trovati durante le saghe di Namecc e Freezer di Dragon Ball Z, con grandi finestre a bulbo e un esterno bianco.

Dopo aver realizzato che la casa di Piccolo dispone di una cassetta postale, Nozawa ha osservato che “alcuni dei miei colleghi direbbero: “Piccolo non invia posta, quindi non ha bisogno di una cassetta postale!” un commento che ha fatto scoppiare a ridere i relatori. “Parliamo di cose del genere durante la registrazione”, ha detto. Il panel ha anticipato che vedremo come saranno gli interni della casa di Piccolo nel film, portando finalmente in vita le fantasie dei nerd degli anime ovunque.

Una vista più ravvicinata della casa di Piccolo da Dragon Ball Super: Superhero

Immagine: Toei Animation/Funimation

La casa di Piccolo di Dragon Ball Super: Superhero

Immagine: Toei Animation/Funimation

La rivelazione artistica di Piccolo ha portato i relatori a parlare degli intrighi di Dragon Ball e degli anime in generale. “Ci sono molti mondi diversi che possiamo visitare negli anime che normalmente non possiamo visitare nel nostro mondo”, ha detto Nozawa, “e penso che questa sia una delle cose più belle”. La discussione ha toccato i vari luoghi e mondi di Dragon Ball; che si tratti di giungle lussureggianti, cime di montagne aride o letteralmente i confini dello spazio, la serie non si è mai limitata come alcuni dei suoi contemporanei hanno fatto in passato. Seduto su un palco fatto per assomigliare all’iconica Kame House, Sascha ha detto che voleva solo aprire la porta e saltare dentro, con grande approvazione dell’intero panel.

Passando a una nota più seria sulla produzione del nuovo film, Toryiama si è trovato un po’ infastidito dal suo impegno per il nuovo film, con Iyoku che ha detto “Man mano che facciamo più film, il coinvolgimento di Toriyama-sensei diventa più profondo. È stato profondamente coinvolto anche nell’ultimo film, Broly, ma questa volta è ancora più coinvolto”. Il produttore ha osservato che anche se la sceneggiatura di Broly era in fase di completamento, Toriyama era già impegnato in questo nuovo progetto nonostante il film in corso fosse ancora in post-produzione.

“Sento che Toriyama-sensei ci sfida sempre a fare qualcosa di nuovo”, ha detto Hayashida. “Anche con gli stessi personaggi cambia leggermente qualcosa in loro”, riferendosi alle scelte di design apparentemente leggere in Piccolo, Crilin e sicuramente altri personaggi a venire.

E parlando di altri personaggi, il panel ha anche offerto il primo character design originale per il nuovo film, con un’opera d’arte realizzata dallo stesso Toriyama di un alieno grigio vestito con un mantello e un’uniforme che si addice a una specie di cadavere. I relatori non hanno parlato del nome o delle origini di questo personaggio, ma hanno detto che si trattava di una delle tante opere d’arte di Toriyama che in genere non mostravano al pubblico.

Dragon Ball Super: Super Hero nuova grafica del personaggio

Immagine: Animazione Toei

Nel complesso, i relatori sono stati negligenti nel non essere in grado di portare questa notizia ai fan direttamente a San Diego, ma hanno concluso il panel sprizzando entusiasmo per Super Hero. Il progetto sembra essere un vero lavoro d’amore per Akirya Toriyama, con la sua energia che lega insieme il progetto.

“La mia sfida è mettere insieme una squadra che possa trasformare tutto in realtà”, ha detto Iyoku. “Toriyama-sensei è stato così investito nella creazione di questo film e ci ha messo tutto quello che aveva, quindi stiamo cercando di abbinare la sua energia per creare il miglior prodotto possibile”.

Dragon Ball Super: Super Hero uscirà nel 2022.

Related posts
Anime

Puoi finalmente guardare Gunbuster, uno degli anime più influenti mai realizzati

Anime

Guarda il film anime emotivamente intenso A Silent Voice prima che lasci Netflix

AnimeNewsTrailers

I mostri fantasy non sono mai stati così gustosi come nel trailer di Delicious in Dungeon di Studio Trigger

AnimeNewsTV

Netflix si avvicina al finale di Ash, con la terza parte di Pokémon Ultimate Journeys in arrivo a giugno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *